DAL 1 DI GENNAIO 2019, OBBLIGO DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA. B2B 

LA LEGGE DI BILANCIO 2018 HA INTRODOTTO L’OBBLIGO DIFFUSO DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA SIA NELLE RELAZIONI COMMERCIALI TRA SOGGETTI PASSIVI IVA PRIVATI (AZIENDE E PROFESSIONISTI CON P.IVA) SIA VERSO I CONSUMATORI FINALI.

CONTATTA IL NOSTRO CENTRO DI CONSULENZA TECNICA.

centro.consulenza@nuovocctunicooppiemonte.it e/o al numero +39 3776971470.

 Si comunica, che il Consiglio Direttivo Nazionale, nella seduta del 10 dicembre 2018, si è riunito per discutere i nuovi contributi associativi relativi all’esercizio 2019.

E’ stato deliberato che, i contributi continueranno ad accorpare in quota fissa, il contributo dello 0,035% sul valore di produzione.

A breve alle Cooperative aderenti verrà inviata una lettera, con il dettaglio e le tempistiche per il versamento dei contributi associativi.

Vi anticipiamo come vedrete nella tabella sottostante che le quote sono rimaste invariate rispetto allo scorso anno, a differenza delle altre Centrali Cooperative, motivo in più per scegliere U.N.I.COOP e punto di forza per promuovere la nostra Unione.

Durante il Consiglio direttivo Nazionale, si sono discussi inoltre altri punti importanti,sono state costituite le Unioni Provinciali di Forlì, Cesena, Ravenna, Rimini, Parma, Piacenza, Modena e Reggio Emilia.

E’ stata commissariata l’Unione Provinciale di Lecce, è stato nominato commissario il Sig. Pier Paolo Pinto già Presidente dell’Unione Regionale della Puglia.E’ stata commissionata anche l’Unione Regionale della Liguria, è stato nominato commissario il Sig. Massimiliano Motta, già Presidente dell’Unione Regionale del Piemonte ai sensi del punto 13 dell’art.6 dello statuto sociale. Con tale nomina verrà affidato il compito di risanare le irregolarità e le inefficienze, entro il tempo di un anno, provvedendo all’Assemblea dell’unione per la costituzione dei normali organo sociali.

LE DECISIONI DELLA GIUNTA REGIONALE DEL 7 DICEMBRE

Finanziamenti per i comprensori sciistici, contributi per eliminare le barriere architettoniche nelle abitazioni degli invalidi, risorse per i cantieri di lavoro e la mobilità in deroga, revisione della legge sulla sicurezza e la regolarità del lavoro sono stati i principali argomenti esaminati il 7 dicembre dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino. Comprensori sciistici. Deliberati, su proposta dall’assessora Antonella Parigi, diversi schemi di accordo di programma, che vedono la Regione stanziare complessivamente 7.924.000 euro prelevati dal Fondo per il finanziamento di progetti di sviluppo turistico dei territori montani istituito presso Finpiemonte: – tra Regione Piemonte e Comune di Frabosa Sottana per la realizzazione di interventi per lo sviluppo e il potenziamento del comprensorio sciabile del Mondolè Ski, – tra Regione Piemonte e Comune di Sampeyre per il potenziamento del turismo invernale ed estivo riguardante l’innevamento programmato, le opere accessorie e l’invaso Varisella, – tra Regione Piemonte e Comune di Roburent per il potenziamento dell’impianto di innevamento programmato in località Bric Colme e la realizzazione dell’impianto di innevamento sul Monte Alpet, – tra Regione Piemonte e Comune di Locana per il potenziamento dell’impianto sciistico dell’Alpe Cialma, Barriere architettoniche. É stato disposto su proposta dell’assessore Augusto Ferrari che i contributi statali e le risorse regionali per il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, ammontanti complessivamente a 11.500.000 euro, siano destinati in via prioritaria a soddisfare integralmente le domande presentate dagli invalidi parziali e totali in graduatoria fino al 31 dicembre 2017. Cantieri di lavoro e mobilità in deroga. Una convenzione tra Regione e Inps regolerà, come proposto dall’assessora Gianna Pentenero, l’erogazione delle risorse per le politiche attive del lavoro finanziate dallo Stato con le risorse assegnate agli ammortizzatori sociali in deroga. Si tratta di 7.438.000 euro che verranno utilizzati per l’attuazione del programma dei cantieri di lavoro e per il pagamento delle indennità di mobilità in deroga rimaste inevase a seguito del blocco operato dal Ministero del Lavoro. Sicurezza e regolarità del lavoro. Un disegno di legge presentato

dall’assessora Gianna Pentenero, che passa ora all’esame del Consiglio regionale, intende rivedere la legge regionale “Norme in materia di promozione dell’occupazione, di qualità, sicurezza e regolarità dell’occupazione”. Si tratta di una proposta organica di revisione di una normativa datata ormai di dieci anni sul mercato del lavoro e le sue regole, con l’obiettivo di rilanciare la quantità e qualità dell’occupazione in Piemonte mettendo in primo piano la centralità della persona, la sua formazione, il suo orientamento professionale e il sostegno al suo inserimento lavorativo.

La Giunta ha inoltre approvato: – su proposta dell’assessore Francesco Balocco, la partecipazione della Regione al progetto di ricerca sulle prestazioni strutturali residue del viadotto di interscambio corso Grosseto-corso Potenza a Torino, nonché l’istituzione di una cabina di regia per la progettazione e realizzazione della cassa di laminazione sulla Dora Riparia a monte di Torino; – su proposta dell’assessora Monica Cerutti, lo schema di accordo di programma tra Regione e Centri servizi per il volontariato, che prevede un finanziamento di 100.000 euro per attuare attività di partecipazione degli stranieri alla vita sociale e civile (aggiornamento della mappatura territoriale dell’associazionismo s t r a n i e r o , p r o m o z i o n e dell’associazionismo dei migranti, informazione e accompagnamento delle associazioni straniere sul riconoscimento dei titoli e delle competenze professionali); – su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero, gli indirizzi per il finanziamento dei progetti per la promozione nel triennio 2018-2020 dei prodotti agricoli, agroalimentari e zootecnici, che si avvarranno di un contributo regionale di 300.000 euro; – su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia, i criteri e le modalità di selezione dei progetti di miglioramento della qualità e delle condizioni morfologiche dei corpi idrici piemontesi, per la cui realizzazione sono stanziati 3.500.000 euro, l’attivazione nel settore forestale dei bandi per progetti pilota e per la costituzione del gruppi operativi del p a r t e n a r i a t o e u r o p e o p e r l’innovazione, i criteri per la concessione di contributi per 600.000 euro agli enti locali sedi di distaccamento dei Vigili del Fuoco volontari, lo schema di accordo di programma per la riorganizzazione della raccolta dei rifiuti nelle aree di Ovada ed Acqui Terme tra Regione e il locale Consorzio Servizi Rifiuti, che prevede un finanziamento di 895.000 euro.

 

In qualità di Centrale Cooperativa Unicoop Piemonte e Centro di Consulenza Tecnicastiamo partecipando a diversi incontri in Regione Piemonte, alla presenza degli Assessorie Direttori regionali competenti, nei quali ci è stato confermato che sono stati sbloccati i fondi provenienti dalla riduzione del capitale di Finpiemonte.

Ciò significa che a partire dal 2019 saranno riaperti tutti i bandi di richiesta contributo afondo perduto, finanziamento tramite fondi rotativi ed erogazione di garanzia relativi alle leggi regionali in ambito di:

– politiche del lavoro e la formazione professionale – sostegno all’occupazione, lr 23/04

(cooperazione)

– sviluppo economico e competitività – industria, PMI e artigianato, commercio, ricerca e

innovazione, lr 34/08 e lr 1/09

– diritti sociali e politiche per la famiglia – cooperazione sociale e associazionismo, lr 18/94

– ambiente – qualità dell’aria e fonti energetiche lr 23/02

– turismo lr 18/99

– beni e attività culturali lr 34/04

Nelle prossime settimane parteciperemo a incontri più tecnici e di dettaglio in Regione,

suddivisi per le diverse tematiche di interesse, al fine della predisposizione delle schede tecniche utili per la prossima pubblicazione dei bandi.